A SAUZE D’OULX UNA SUPERENDURO DA FAVOLA!

_DSC0080

Due giornate di gara sulle montagne olimpiche piemontesi, 230 iscritti, 8 prove speciali in programma, per la Super Enduro Pro di Mountain Bike, andata in scena sabato 6 e domenica 7 settembre al  bike park di Sauze d’Oulx. Una disciplina apprezzatissima importata in Italia sette anni fa che ha riscosso subito un grande successo trovando in Sauze d’Oulx un punto di riferimento per tutti gli appassionati fin dalla prima edizione del 2008 con una parco partenti internazionale e di alto livello. Atleti provenienti da Irlanda, Francia, Svezia, Svizzera, Nuova Zelanda, Germania, Portogallo, Slovenia, Polonia e da diverse regioni d’Italia. Nella Super Enduro i bikers alternano alcuni tratti di trasferimento pedalato a prove speciali prevalentemente in discesa e pianeggianti dove rilanciare l’azione pedalando per guadagnare velocità. A Sauze d’Oulx per i trasferimenti sono stati utilizzati anche due impianti di risalita, la seggiovia Jouvenceaux-Sportinia e la Rocce Nere (messe a disposizione dal Comune e dalla Vialattea) che hanno permesso di aumentare considerevolmente il dislivello e di allungare le speciali. Questo ha permesso di disputare la prova speciale più lunga della storia della Super Enduro dallo sgancio della seggiovia Rocce Nere (quota 2.423 metri) sino alla frazione San Marco, 8,1km di lunghezza per oltre 1.250 metri di dislivello!

I VINCITORI – Ad imporsi nella classifica assoluta è stato il lombardo Marco Milivinti al comando dalle operazioni fin dalle prime prove speciali di sabato. Il ventottenne di Sondrio, specialista nella downhill, ha esordito quest’anno nella Super Enduro vincendo anche le prove di Punta Ala e di Sestri Levante. Tutto si è deciso nell’ultima prova speciale, in programma la domenica pomeriggio, che ha visto partire gli atleti uno dopo l’altro in base ai distacchi della classifica provvisoria stilata dopo sette prove speciali. Milivinti è partito per primo in virtù dei 9 secondi di vantaggio di Greg Callaghan. L’irlandese si è gettato in una discesa a capofitto da Rocce Nere a Piazzale Miramonti per tentare di guadagnare la ruota di Milivinti e soffiargli il successo finale. Impresa fallita, grazie alla discesa perfetta di Milivinti che ha chiuso con il tempo totale di  1h09’08’’44,  incrementato il vantaggio a 16’’72.  Callaghan di è dovuto così accontentare della piazza d’onore precedendo nell’ordine il sanmarinese Nicola Casadei (con un ritardo di 24’’71), l’inglese Samuel Shucksmith (46’’93) e il piemontese di Coggiola (Biella) Alex Lupato (46’’93).

In campo femminile è stato un testa a testa tra la svedese Louise Paulin e la neozelandese Gabby Molloy entrambi trasferitesi in Italia, residenti a Finale Ligure, per passione della mountain bike. Le due bikers si sono alternate al comando delle varie speciali sino a quando, domenica, la Molloy ha perso tempo prezioso in seguito ad una caduta. La Paulin ha potuto così amministrare 50 secondi di vantaggio nell’ultima speciale ad inseguimento facendo segnare il tempo totale di 1h22’23’’82.  Per lei si tratta di un poker dal momento che ha vinto quattro prove di fila del circuito Super Enduro. La Molloy  ha  chiuso così in seconda piazza (1h23’16’’91), terza per la scozzese Katy Winton (1h24’18’’09). Nella top five anche due italiane, nell’ordine Laura Rossin di Imperia (1h26’14’’19) e la sanremese Valentina Macheda (1h26’32’’19).

LE PROVE SPECIALI – Ecco nel dettaglio il percorso del sabato: i concorrenti saranno impegnati nel trasferimento che prevede l’utilizzo della seggiovia Jouvenceaux – Sportinia e successivamente della seggiovia Rocce Nere sino a raggiungere la P.S. 1 “The Goat” (Dislivello – 350 m) da Sportinia risalita a pedali (4 km): PS2 “La Più Lunga Del Mondo” (Dislivello – 1250 m / Lunghezza 8,1 km); Risalita da San Marco a pedali (2,5 km). Si chiuderà con la PS3 “Flight to Bali” (Dislivello – 450 m) e il rientro i Piazzale Miramonti.

Domenica si replica con la PS4 “The Goat” (Dislivello – 350 m); la PS5 “Flight to Bali” (Dislivello – 450 m) sino ad arrivare ad un controllo orario i Piazzale Miramonti. Si risalirà ancora con le due seggiovie sino alla PS6 “La Più Lunga Del Mondo” (Dislivello – 1250 m / Lunghezza 8,1 km); risalita a pedali da San Marco e poi ancora la PS7 “Flight to Bali” (Dislivello – 450 m) con il finish Piazzale Miramonti. Gran finale con il riordino per l’ultima risalita per lo start dell’attesissima Supermountain a inseguimento sino al traguardo finale in Piazzale Miramonti.

 

Ezio Romano | ufficio stampa Comune di Sauze d’Oulx |